LA BIOIMPEDENZIOMETRIA

bia2

 

Tramite  un semplice test di pochi minuti, non invasivo e non doloroso, riusciamo a determinare, con un ottimo livello di precisione:

  • Il metabolismo “basale” (consumo delle calorie a riposo)
  • L’acqua corporea e come è distribuita (idratazione e ritenzione idrica)
  • Il peso della massa muscolare e cellulare
  • Il peso della massa grassa
  • Lo stato di salute delle cellule
Il benessere e lo stato di forma di un individuo derivano principalmente dall’equilibrio idro-elettrico, ovvero dalla corretta idratazione associata a una buona massa muscolare e infine ad una “contenuta” quantità di massa grassa. Per il soggetto che ha necessità di dimagrire e seguire un programma dietetico personalizzato, il test BIA è importante per tenere sotto controllo la composizione corporea.


LO STRUMENTO

-humanim_4

Lo strumento da me utilizzato è lo “human im touch” a 5 frequenze realizzato dalla DS MEDICA.
La misura viene effettuata posizionando una coppia di elettrodi sul dorso della mano ed un’altra coppia sul dorso del piede del soggetto (tecnica tetra-polare mano-piede); gli elettrodi sono collegati, grazie a dei morsetti, allo strumento di misurazione.


 PARAMETRI ANALIZZATI:

  • BMI:  Indice di Massa Corporea
  • WHR: Rischio di Malattia Cardiache
  • TBW: Acqua Totale
  • ICW: Acqua Intra Cellulare
  • ECW: Acqua Extra Cellulare
  • FAT: Massa Grassa
  • FFM: Massa Magra
  • BCM: Massa Metabolicamente attiva
  • Ke: Potassio Scambiabile
  • Nae: Sodio Scambiabile
  • BMR: Metabolismo Basale

 


 AREA DIAGNOSTICA

  • Fisiologia (età evolutiva, adolescenti, adulti)
  • Fisiologia speciale (gestante, nutrice, anziano)
  • Fisiopatologia (normopeso, sovrappeso, obesità, sottopeso, magrezza patologica)
  • Patologie croniche e acute
  • Medicina Estetica e Correttiva
  • Sport

 


 RACCOMANDAZIONI

Durante la misurazione il paziente può tenere scoperti solo mano e piede omolaterali, con gambe divaricate a 45° e arti superiori addotti al tronco con un angolo di 30° per evitare i contatti cutanei tra loro. Si raccomanda per la corretta standardizzazione della misura che:

Il paziente:

  • Non deve aver mangiato cibi o liquidi salati, o particolarmente zuccherini, da almeno 4 ore. Si consiglia di presentarsi digiuni da almeno 3 ore;
  • deve essere in stato di riposo e non deve aver fatto fatto esercizi fisici prima della rilevazione;
  • Non abbia ingerito bevande alcoliche, zuccherine o salate prima della rilevazione.